DESTINAZIONE

IMMAGINI


INFORMAZIONI INTERESSANTI


Il Brasile, con capitale Brasilia e popolazione di 204 milioni di abitanti circa, è una Repubblica federale situata nell’America meridionale.

LINGUA
La lingua nazionale è il portoghese

RELIGIONE
La religione maggiormente praticata è quella cattolica. Sono presenti, inoltre, chiese protestanti e numerose sette evangeliche e, come caratteristica tipica del Brasile, sono diffusi culti e pratiche religiose che uniscono elementi di tradizione cristiana a quelli di tradizione africana (principalmente nel Nord Est del Paese ed in particolare nello Stato di Bahia).

VALUTA
La moneta utilizzata è il real brasiliano

FUSO ORARIO
Varia secondo l’andamento dell’ora ufficiale nei diversi Stati della Federazione. Orientativamente, nelle principali città (Brasilia, Rio de Janeiro, San Paolo, Porto Alegre, Curitiba, Fortaleza e Belo Horizonte) la differenza di orario con l’Italia è: dal mese di ottobre a febbraio di -3h; nel mese di marzo di – 4h; dal mese di aprile ad ottobre di -5h rispetto all’Italia. In Brasile ci sono quattro fusi orari che vanno dall’Arcipelago di Fernando de Noronha (estremo est) ai confini con il Perú.

TELEFONIA
Prefisso per l’Italia: 00 (inserire il prefisso dell’operatore brasiliano: 21, 15, 41, 17, 14) 39
Prefisso dall’Italia: dall’Italia 0055 più il prefisso della località brasiliana senza lo zero.

CLIMA
Il clima in Brasile è prevalentemente tropicale ma esistono sei tipi di clima con stagioni invertite rispetto all’emisfero boreale.
Clima equatoriale: si riscontra in Amazzonia, nella parte settentrionale del Mato Grosso e nella parte occidentale del Maranhão. Le principali caratteristiche sono temperature medie elevate (25ºC a 27ºC), piogge abbondanti ben distribuite durante l’anno; l’escursione termica è ridotta e non supera i 3ºC, l’umidità è elevata.
Clima tropicale: interessa tutto il Brasile centrale, la parte orientale del Maranhão, il Piauí, la parte occidentale di Bahia e di Minas Gerais e Roraima. È caratterizzato da temperature elevate (18ºC a 28ºC) con escursione termica da 5ºC a 7ºC e stagioni ben definite, una delle piogge, che coincide con l’estate, ed una secca, che coincide con l’inverno.
Tropicale di altitudine: interessa le parti più alte, fra gli 800m e i 1.000m dell’Altopiano Atlantico del sud-ovest e comprende parte degli Stati di São Paulo, Minas Gerais, Goiás, il Distretto Federale, Rio de Janeiro, Espírito Santo e nord del Paranà. Subisce l’influenza del blocco di aria tropicale atlantica che provoca piogge durante l’estate. Presenta temperature fra i 18ºC ed i 22ºC ed un’escursione termica fra i 7ºC ed i 9º C.
Tropicale atlantico o tropicale umido: si estende lungo tutta la fascia litoranea del Rio Grande del Nord al Paraná. Subisce l’azione diretta del blocco tropicale atlantico, che essendo caldo e umido, provoca piogge intense. La variazione di temperatura oscilla tra i 18ºC ed i 26ºC e l’escursione termica aumenta progressivamente spostandosi verso sud. A nord-est si registra una maggior concentrazione di piogge durante l’inverno e a sud-ovest durante l’estate.
Subtropicale: si trova nelle latitudini inferiori al Tropico di Capricorno, nella parte meridionale dello Stato di São Paulo, nella maggior parte del Paraná, Santa Catarina e Rio Grande del Sud. Le temperature medie sono di 18ºC e l’escursione termica è elevata (10ºC). Le piogge sono poco intense e ben distribuite durante l’anno. Le stagioni sono ben definite: estate calda, fino a 30º, e inverno freddo, 0ºC; primavera ed autunno hanno una temperatura media fra 12ºC e 18ºC.
Semiarido: tipico dell’interno del nord-est, nella regione conosciuta come Poligono della Secca, che corrisponde a quasi tutto il “sertão” nordestino ed alle vallate medio inferiori del fiume São Francisco. Le temperature sono elevate (in media 27ºC) e le piogge sono scarse.
In tutto il Brasile tropicale ed equatoriale possono verificarsi piogge intensissime che possono causare smottamenti di terreno, soprattutto nelle zone urbane più degradate ed inondazioni anche di vasta portata. Si raccomanda, pertanto, ai connazionali massima cautela e di informarsi preventivamente in loco sulle condizioni meteorologiche della zona di destinazione.

ABBIGLIAMENTO
Oltre agli abiti di cotone leggeri e pratici, ai costumi da bagno, bermuda ed occhiali da sole, si consiglia di non dimenticate un pullover o una giacca date le precipitazioni notturne e la pioggia che è da considerarsi elemento costante soprattutto durante l’estate, da dicembre a febbraio, in genere sotto forma di brevi ma frequenti rovesci tropicali, assolutamente imprevedibili ma che solitamente non interferiscono con il programma di viaggio. Raccomandabili pantaloni lunghi e comodi e camicie a maniche lunghe nelle zone in cui gli insetti sono particolarmente presenti.

CONSIGLI SANITARI
Non sono richieste vaccinazioni particolari per chi si reca in Brasile, tuttavia sono consigliati un richiamo antitetanico-antidifterico e il vaccino contro l’epatite di tipo A; e per chi sosta più a lungo, è consigliata inoltre la vaccinazione contro l’epatite di tipo B.
Si consiglia di portare con sé una scorta di medicinali di primo uso contro le patologie più comuni quali: stato febbrile, mal di testa, problemi intestinali, ecc..

ELETTRICITA
E’ consigliabile, portare con voi un trasformatore, visto che la corrente elettrica in Brasile non è uniforme. A Rio, San Paolo, e Porto Alegre, la corrente è a 127 volt e 60 hertz. Brasilia, , Florianopolis, Curitiba sono servite dalla 220 volt sempre a 60 hertz, mentre a Manaus si impiega corrente a 110 volt. Gli hotels più organizzati, mettono spesso a disposizione dei loro clienti apparecchi adattatori, e alcuni hanno persino prese con più di un voltaggio.

FESTIVITA
Febbraio: Il Carnevale. Il Carnevale brasiliano è la festa popolare e profana più importante che si festeggia per le strade del paese. Si celebra nei tre giorni che precedono il Mercoledì delle Ceneri e richiama migliaia di turisti ogni anno. I carnevali più conosciuti sono quello di Rio de Janeiro, i carnevali di Olina e Recife e il Carnevale di Salvador de Bahía. Durante il Carnevale di Rio si svolgono le spettacolari sfilate delle scuole di samba che competono tra loro per l’elezione della migliore dell’anno.
15 Aprile: Festa de Las Cavalhadas a Pirenópolis (Goías). È una festa nazionale celebrata 45 giorni dopo la Pasqua. È famosa in tutto il mondo perché omonima della festa spagnola che commemora le battaglie in cui i cristiani cacciarono gli arabi.
21 Aprile: Festa di Tiradentes. Festa nazionale che ricorda la morte di Joaquim José da Silva Xavier (Tiradentes), considerato un eroe nazionale della lotta per l’indipendenza del Brasile attraverso il movimento Inconfidência Minera (Cospirazione delle miniere).
7 settembre: giornata dell’indipendenza nazionale. I brasiliani commemorano la dichiarazione della separazione del paese dal Portogallo pronunciata da Don Pedro I.
12 ottobre: festa dell’Apparizione della Vergine, Patrona del Brasile. Migliaia di fedeli da tutto il Brasile si recano nella città di Aparecida del Norte (San Paolo) per assistere alle messe, alle processioni e visitare la basilica. È la concentrazione di fedeli più importante del paese.
15 Novembre: anniversario della Proclamazione della Repubblica. In questa festa nazionale si ricorda la fine dell’impero e l’inizio dell’era repubblicana.

CUCINA
La cucina brasiliana si caratterizza perla varietà di pietanze, tra le specialità ci sono la “Feijoada”, piatto tipico del Brasile a base di riso, fagioli neri, farina di manioca uniti a varie qualità di pesci e carni; il “churrasco”, carne cotta allo spiedo proveniente dal Sud del paese; il “peixe na brasa”, pesce alla brace, cotto dentro a una foglia di banana e servito con sugo a base di pomodoro, peperoncino, olio e limone; il “bom bocado”, impasto di formaggio, farina di grano, burro, uova, latte di cocco e zucchero liquido. Non manca la frutta: ananas, manghi, meloni, avocados, fichi, banane e uva. Il tutto accompagnato da ottimi cocktail a base di distillato di canna da zucchero. In tutto il Brasile si beve inoltre una birra leggera molto diffusa, tra le bevande analcoliche si trovano succhi di frutta ed una limonata di guaranà, oggi prodotta industrialmente.

DOCUMENTO E VISTO
Il passaporto è necessario, con validità residua di almeno 90 giorni al momento dell’ingresso nel Paese. Per viaggi d’affari o di turismo non è necessario richiedere il visto; all’ingresso nel Paese la Polizia Federale locale appone sul passaporto un timbro di entrata che permette fino a 90 giorni a semestre di permanenza, inoltre le autorità brasiliane richiedono il possesso del biglietto aereo di andata e ritorno.

VIDEO